Come Rimuovere Il Tartaro Dai Denti

Come Rimuovere Il Tartaro Dai Denti

Lavare i denti tutti i giorni, utilizzare il filo interdentale, avere una corretta igiene orale, fare visite dentistiche regolari è molto importaante. Una spazzolatura impropria può portare alla formazione di placche, che quando vengono ignorate, si trasformano in tartaro, una placca solidificata.  Il tartaro può danneggiare diversi denti e portare malattie gengivali. Pertanto, è importante sapere come rimuovere il tartaro dai denti in modo da impedire altre malattie orali importanti.

Come Rimuovere il Tartaro Dai Denti Con i Rimedi Casalinghi

Il tartaro non viene rimosso facilmente, e spesso richiede un aiuto professionale. I dentisti rimuovono il tartaro utilizzando vari strumenti. Il processo può richiedere molta pazienza ed è anche doloroso, specie in presenza di molto tartaro. Ci si può avvalere di alcuni rimedi casalinghi come:

1. Lavarsi i Denti Correttamente:

Utilizzare uno spazzolino a setole morbide e spazzolare in tutti gli angoli, su tutte le superfici dei denti. Ricordate sempre di tenere lo spazzolino a 45 gradi rispetto alla linea delle gengive.

2. Utilizzare un Dentifricio Al Fluoro:

I dentifrici al fluoro contribuiscono ad aumentare la concentrazione di fluoro nei denti, che rafforza i denti e previene la carie, rimineralizza  le aree colpite dall’erosione, e protegge dai batteri responsabili della formazione del tartaro.

3. Utilizzare un Dentifricio Antitartaro:

Un dentifricio antitartaro è estremamente utile, contiene un certo numero di ingredienti chimici come pirofosfati, citrato di zinco e fluoro. Questi ingredienti impediscono la proliferazione del tartaro sui denti. Alcuni dentifrici antitartaro contengono un antibiotico chiamato Triclosan,  responsabile dell’eliminazione di alcuni batteri orali.

4. Spazzola i Denti  Con Una Miscela di Bicarbonato di Sodio:

Spazzolare con bicarbonato di sodio per rimuovere il tartaro dai denti

Miscelare un cucchiaio di bicarbonato di sodio con un pizzico di sale. Bagnate leggermente lo spazzolino da denti e immergetelo nella miscela di bicarbonato di sodio. Lavate i denti con il composto e risciacquate. Questo processo, vi aiuterà nella rimozione del tartaro e nello sbiancamento dei denti.

5. Utilizzare un Mix di Gel all’Aloe Vera e Glicerina:

Per rimuovere il tartaro, potete utilizzare un mix di gel all’Aloe Vera e Glicerina

In una tazza d’acqua, mischiate mezzo bicchiere di bicarbonato di sodio, 1 cucchiaino di gel all’aloe vera, 10 gocce di olio essenziale a limone e 4 cucchiaini di glicerina vegetale. Lavate i denti ogni giorno con questa miscela, vi assicurerà la rimozione del tartaro.

6. Utilizzate La Buccia d’Arancia Per Rimuovere Il Tartaro:

Un altro rimedio casalingo, è sfregare delle bucce d’arancia sui denti e lasciare tutta la notte senza risciacquare. Potete anche realizzare una pasta alla buccia d’arancia e applicarla sui denti. Aiuta a combattere i microrganismi che formano il tartaro, ed è un modo naturale a basso costo per sbiancare i denti macchiati.

7. Sgranocchiare Frutta e Verdura

Consumare una mela, un melone, delle carote o del sedano è consigliabile un’ora dopo i pasti, per pulire i denti in modo naturale.  Non solo rimuoverete le particelle di cibo, placca e tartaro sui denti, ma rafforzerete anche le gengive.

8. Masticare Semi di Sesamo:

Un altro rimedio casalingo è masticare lentamente una manciata di semi di sesamo, senza ingoiarli. Lavatevi i denti con uno spazzolino a secco, con i semi di sesamo masticati ancora in bocca. Questi semi agiscono come scrub naturale. Puliscono e lucidano i denti, aiutando ad eliminare il tartaro.

Chiedi consiglio di un medico gratuitamente presso Lybrate, un partner StyleCraze.

9. Mangiare Fichi:

Mangiare 3 a 4 fichi alla volta e masticarli lentamente. Il processo stimola le ghiandole salivari e aumenta la secrezione della saliva

10. Utilizzare Spazzolino Elettrico:

È consigliato utilizzare spazzolino elettrico per lavarsi i denti in quanto sono decisamente migliori rispetto a quelli manuali, sono raccomandati dai dentisti come il migliore strumento per mantenere i denti puliti.

11. Utilizzare Il Filo Interdentale Regolarmente:

Utilizzate il filo interdentale in maniera regolare dopo i gargarismi, il suo utilizzo impedisce la proliferazione del tartaro e vi garantisce una buona igiene orale. Esso, non pulisce solo tra i denti, ma anche tra le gengive, tenendo lontane le malattie gengivali.

12. Fare Gargarismi Con Un Antisettico Orale o Una Soluzione al Perossido:

L’utilizzo di un antisettico orale o al perossido di idrogeno, aiuta a rimuovere anche il tartaro. Miscelare 1 cucchiaio di colluttorio antisettico con 3 cucchiai di soluzione di perossido di idrogeno al 3%. Fare dei gargarismi con 10 ml di questa soluzione per un minuto. Questo ossigena i bordi delle gengive e la superficie dei denti. Utilizzare questo rimedio almeno una volta al giorno.

13. Utilizzare un Raschietto per Rimuovere il Tartaro:

È possibile utilizzare un raschietto dentale disponibile in alcuni negozi. Con l’aiuto di uno specchio, cercare il tartaro accumulato e raschiarlo delicatamente, sputare e sciacquare la bocca durante il processo di pulizia. Questo procedimento deve essere fatto con molta attenzione, poiché raschiare in profondità le gengive potrebbe causare un’infezione.

14. Utilizzare Frutta Ricca Di Vitamina C:

Applicare una pasta di frutta ricca di vitamina C, come  pomodori o fragole. Applicarla e lasciare agire per 5 minuti. Risciacquare la bocca con una miscela di acqua tiepida e bicarbonato di sodio. Questo aiuterà a rimuovere il tartaro e eliminare i batteri presenti nella bocca. Consumare regolarmente frutta ricca di vitamina C.

15. Mangiare Cibo Piccante:

Mangiare del cibo piccante può essere un altro rimedio casalingo, infatti aumenta la secrezione della saliva, stimolando le ghiandole salivari. Questo eccesso di saliva prodotta, aiuta a pulire i denti e le gengive.

Perché il Tartaro è Considerato Dannoso?

Il tartaro è dannoso in quanto è duro e poroso. Questa porosità alimenta diversi batteri nocivi all’interno del tartaro, provocando malattie gengivali e carie. Se la placca non viene eliminata dai denti, si trasforma in tartaro, che provoca danni allo smalto e aumenta il rischio di malattie gengivali. Il tartaro sui denti e sulle gengive,  può portare a malattie gravi come la gengivite, può danneggiare la salute delle ossa  causando una degenerazione ossea, in casi più gravi, può portare anche a malattie cardiache.